RELAZIONE PROGRAMMATICA PER L’ANNO 2019.   Stampa questo documento dal titolo: . Stampa

RELAZIONE PROGRAMMATICA PER L’ANNO 2019.


ECCO DI SEGUITO LA RELAZIONE PROGRAMMATICA PER L’ANNO 2019 dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Napoli

Scarica questa relazione ed il foglio specifico excel

Sulla scorta dell’esperienza e di quanto fatto negli ultimi anni, è possibile individuare già da ora i settori in cui dovrà essere incentrata l’attività della sezione nell’anno 2019, cercando di programmare gli interventi specifici. Organizzazione, istruzione, lavoro, assistenza, anziani, giovani, pluriminorati, autonomia, prevenzione, sensibilizzazione, sono macro aree molto complesse ed eterogenee e solo con la collaborazione di dirigenti, responsabili dei presidi territoriali, dipendenti, collaboratori e tutti i soci si potranno conseguire dei risultati significativi.
L’attività sezionale si muoverà nelle seguenti macro aree:
ISTRUZIONE.
Anche per l’anno 2019, la ns. Sezione continuerà ad offrire, con consulenze e servizi, un’ampia attività di sostegno a favore degli alunni non vedenti ed ipovedenti inseriti nelle scuole di ogni ordine e grado e alle loro famiglie. Per l’anno scolastico 2019/2020, la ns. Sezione richiederà alla Regione Campania, o agli enti da essa individuati, l’erogazione dei servizi di trasporto, nonché di assistenza scolastica specialistica e domiciliare per gli alunni non vedenti, cercando di gestire il servizio direttamente, o attraverso una stretta vigilanza sugli enti a cui questo dovesse essere eventualmente affidato, con il proposito di portare a soluzione la giusta aspirazione del diritto allo studio di tutti i non vedenti, anche con minorazioni aggiuntive, di Napoli e provincia.
Allo stesso modo si vigilerà perché agli alunni non vedenti ed ipovedenti vengano assicurate le pari opportunità all’interno delle istituzioni scolastiche, sollecitando gli enti competenti ad assistere essi con insegnanti di sostegno specializzati e con la fornitura di servizi di supporto e del necessario materiale didattico. A tal fine la Sezione di Napoli continuerà la sua collaborazione con il Centro di Consulenza Tiflodidattica della biblioteca Italiana per i Ciechi Regina Margherita per l’individuazione degli ausili più idonei, nonché per la fornitura dei testi in braille, a caratteri ingranditi e su supporto informatico, vigilando sui tempi della procedura attuata dalla Regione Campania, e a richiedere ai Comuni e agli ambiti territoriali competenti per territorio, l’applicazione delle leggi inerenti l’organizzazione del supporto per il Servizio istruzione e della fornitura del materiale didattico speciale per gli alunni con disabilità visiva.
Verranno progettati ed organizzati, attraverso l’I.Ri.Fo.R., anche con l’utilizzo della carta del docente, Corsi di aggiornamento o di apprendimento del sistema di scrittura e lettura braille e per migliorare la preparazione degli insegnanti curriculari e di sostegno in materia di disabilità visiva.
Verrà dedicata particolare attenzione anche ai problemi degli ipovedenti, riconosciuti anche giuridicamente dalla legge 3/4/2001 n. 138, con l’eventuale organizzazione di specifici interventi formativi.
Con tematiche sempre diverse e modalità da individuare, verranno riproposti gli incontri, sempre in collaborazione con l’ Unità Territoriale di Coordinamento, con dirigenti scolastici, docenti, operatori e con i genitori degli alunni per aiutare questi ad impegnarsi con maggior consapevolezza nel processo formativo dei figli minorati della vista.
Sempre nel quadro dei progetti portati avanti dall’I.Ri.Fo.R., verranno proposti corsi per l’alfabetizzazione e l’approfondimento dell’informatica, finalizzati all’utilizzo degli smarthphone e per il conseguimento delle certificazioni per l’utilizzo degli strumenti informatici quali l’ECDL, sia presso la sede territoriale che presso i presidi territoriali.
La Sezione di Napoli continuerà la sua azione di vigilanza e collaborazione con gli istituti per non vedenti “Martuscelli” e “Colosimo”, nonché con la Fondazione Istituto Stracan Rodinò, per il superamento dei problemi gestionali e scolastici di essi.
Verranno intensificati i rapporti con i docenti delle scuole ove sono inseriti alunni non vedenti ed ipovedenti, al fine di progettare interventi finalizzati a consentire l’inclusione dell’alunno con l’intera classe.
Allo stesso modo dovranno essere rafforzati i rapporti con le Direzioni Scolastiche Regionali e Provinciali al fine di poter meglio monitorare eventuali criticità e poter meglio intercettare i bisogni di famiglie di alunni con disabilità visiva non iscritti all’Unione. Così come verranno intensificati i rapporti con gli uffici di supporto agli studenti con disabilità delle università della Provincia di Napoli.
In stretta collaborazione con la presidenza Nazionale e con l’Unione Nazionale Volontari pro-Ciechi, verrà implementato il servizio di download del libro parlato, cercando di utilizzare tutte le potenzialità offerte dal servizio.
LAVORO.
Il Consiglio Sezionale, in stretta collaborazione con la Presidenza Regionale e la Presidenza Nazionale UICI, perseguirà con tutte le forze l’inserimento nel mondo del lavoro, ai sensi delle normative vigenti in materia di collocamento obbligatorio e mirato, non solo dei centralinisti e dei fisioterapisti, ma più in generale, dei non vedenti ed ipovedenti disoccupati, anche alla luce della nuova disciplina del “jobs act”. In particolare verranno sensibilizzati tutti gli enti preposti quali Ispettorato del lavoro, Centro per l’Impiego e Regione Campania, perché gli enti pubblici e privati rispettino e non eludano le normative vigenti, sia per quanto concerne le assunzione dei disabili visivi, sia per quanto concerne la effettiva integrazione di essi nei rispettivi luoghi di lavoro.
Questa Sezione, in applicazione dell’art. 1 della L.R. 15/87 e del D.M. del 10 gennaio 2000 cercherà di ottenere l’organizzazione, in collaborazione con il Consiglio Regionale U.I.C. della Campania, di corsi di formazione professionale finalizzati a fornire ai numerosi giovani non vedenti uno specifico strumento di lavoro quali quelli relativi alle qualifiche equipollenti in applicazione della legge 144/99.
Le nuove tecnologie hanno creato strumenti di lavoro sempre più sofisticati che richiedono conoscenze e abilità particolari, pertanto si richiederanno sia all’IRIFOR sia alla Regione Campania corsi di aggiornamento e di riqualificazione professionale per i non vedenti ed ipovedenti già occupati.
Si cercheranno nuove strade finalizzate a sviluppare maggiore consapevolezza delle competenze negli studenti che frequentano l’Istituto P. Colosimo e nei soci che attualmente risultano disoccupati. Al contempo, anche utilizzando il programma “Garanzia giovani”, verrà portata avanti una progettualità finalizzata ad individuare percorsi formativi e sbocchi lavorativi che siano qualificanti e diano occasioni di inserimento, sperimentando la formazione di nuove figure professionali.
Compatibilmente con le risorse a disposizione, si cercherà di costituire la società di gestione del Portale Atcampania,importante strumento di lavoro per alcuni soci.
Infine nell’anno 2019, compatibilmente con i tempi dettati dall’UNSC, verrà avviato il progetto per l’impiego dei volontari del Servizio civile e verrà presentato un nuovo progetto per gli anni successivi finalizzato ad agevolare l’accompagnamento dei lavoratori ciechi assoluti ai sensi della legge 289 del 27/12/2002 art. 40.
ASSISTENZA.
I dirigenti della Sezione di Napoli, insieme a quelli regionali e nazionali, come già detto in premessa, saranno vigili affinché vengano sempre difesi e tutelati i diritti e gli interessi dei disabili visivi. Pertanto, tenacemente ancora una volta di più, tutto il Consiglio Territoriale, sarà chiamato per sostenere :
1) la difesa dei diritti acquisiti;
2) il potenziamento del Servizio Civile che costituisce una risorsa preziosa per l’erogazione di servizi e l’accompagnamento dei ciechi assoluti;
3) i progetti aventi per oggetto l’assistenza ai disabili gravi;
4) Proposte di leggi regionali che possano garantire il perseguimento dei compiti istituzionali, la trascrizione dei testi scolastici agli alunni inseriti nelle scuole comuni, per la fruizione degli audiolibri e per la ricerca, la produzione e la distribuzione degli ausili tiflotecnici e tiflo-informatici;
5) Vigilanza sugli enti locali e sulle istituzioni sanitarie perché vengano attuate le normative vigenti in materia di disabilità;
6) Attività di sensibilizzazione degli enti preposti affinchè possano essere finanziati corsi di autonomia personale e di orientamento e mobilità.
AUTONOMIA.
Il Consiglio Sezionale manterrà continui ed intensi contatti con gli enti pubblici, al fine di sollecitare questi ad attuare tempestivamente i necessari interventi:
- per l’abbattimento delle barriere createsi con l’avvento delle nuove tecnologie per garantire la piena accessibilità dei siti internet e delle procedure informatizzate;
- per rimuovere le barriere architettoniche e predisporre percorsi tattilo-plantari adeguati e sistemi di informazione acustica in ambienti pubblici e sui mezzi di trasporto, per facilitare la mobilità autonoma dei ciechi e degli ipovedenti, nel tentativo di persuadere ad adottare codici standardizzati, in modo da garantire la comprensione agli utenti in qualunque luogo essi si trovino;
- per favorire la fruizione del patrimonio artistico e culturale cooperando con gli enti e le istituzioni preposte sul territorio;
- per promuovere lo svolgimento di corsi di autonomia personale e domestica e di orientamento e mobilità, sempre attraverso l’I.Ri.Fo.R., le ASL e gli ambiti territoriali, in applicazione delle norme vigenti, per aiutare il non vedente ad acquisire concetti logico spazio-temporali, di urbanistica e viabilità.
Il consiglio Sezionale sarà in prima linea per garantire, ai sensi delle normative vigenti, la non discriminazione dei ciechi che decidono di farsi accompagnare dai cani guida, cercando di organizzare appositi momenti di sensibilizzazione della cittadinanza.
Anche nell’anno 2019, in collaborazione con l’U.Ni.Vo.C., l’I.Ri.Fo.R., il Consiglio Regionale UICI e con gli altri enti e istituzioni preposte, si cercheranno di organizzare campi riabilitativi per bambini e giovani, nonché si cercheranno di organizzare appositi momenti formativi rivolti alle famiglie.
AUSILI, NUOVE TECNOLOGIE E ACCESSIBILITÀ.
Per l’anno 2019, la Sezione Territoriale, confermerà la sua attenzione verso le nuove tecnologie. Verranno portate avanti le collaborazioni intraprese negli ultimi anni, riponendo sempre più fiducia nei sistemi informatizzati e nelle tecnologie assistive perché capaci di conferire autonomia ai minorati della vista. Si consolideranno le seguenti collaborazioni e si realizzeranno le seguenti attività:
- collaborazione con l’Irifor;
- collaborazione con la Developer Academy;
-collaborazione con aziende che si occupano di Ausili tifloinformatici e tiflotecnici;
-collaborazione con le Commissioni della Sezione;
- collaborazione con Scuole ed Enti Pubblici;
- attività per la divulgazione d’informazione delle nuove tecnologie;
- attività di formazione;
- attività di dimostrazione e prove ausili.
GIOVANI, ANZIANI, DONNE E PLURIMINORATI.
Per tali categorie di soci verrà prestata particolare attenzione.
Per i giovani, di concerto con il consiglio regionale e gli altri gruppi di lavoro, si metteranno in campo iniziative formative, ludico-ricreative e aggregative cercando di far comprendere il valore di appartenere ad una istituzione così importante. Particolare attenzione verrà dedicata alla progettazione di specifiche attività finalizzate all’inserimento dei giovani disabili visivi nel mondo del lavoro.
Come già si sta facendo in questi anni, la commissione per le pari opportunità sarà sostenuta e supportata nella individuazione e realizzazione di iniziative finalizzate a tutelare e valorizzare le donne non vedenti ed ipovedenti.
La Sezione rivolgerà, sia con il Servizio civile sia con il sostegno alle attività proprie dell’U.N.I.Vo.C., , una speciale attenzione soprattutto ai ciechi anziani, perché essi non vengano emarginati e al fine di promuovere interventi socio-sanitari presso gli enti locali e le strutture socio-assistenziali competenti per far fruire agli stessi i benefici previsti dalle vigenti leggi.
Allo stesso modo, particolare attenzione verrà data a coloro che perdono la vista da adulti o in tarda età, cercando di individuare per questi ultimi, specifici percorsi di riabilitazione e sviluppo delle capacità residue.
Anche per l’anno 2019, secondo le disponibilità di bilancio, la Sezione favorirà, su loro specifica richiesta, la partecipazione dei soci anziani ai soggiorni climatici organizzati dai Comuni o dalla presidenza Nazionale a Tirrenia.
Per gli anziani che non possono deambulare, la Sezione attuerà il rinnovo delle tessere a domicilio e un servizio di accompagnamento specifico per le esigenze sanitarie, su richiesta dell’interessato.
Tenendo presente che la situazione per i ciechi con minorazioni aggiuntive è sicuramente più complessa, cercherà di organizzare attraverso l’I.Ri.Fo.R. corsi di aggiornamento, a livello locale, per insegnanti di sostegno che operano con alunni ciechi con minorazioni aggiuntive.
Si richiederà di organizzare, attraverso l’IRIFOR e la collaborazione del Consiglio regionale UICI, l’esperienza formativa di un campo estivo che investe tutto l’ambiente familiare e assistenziale con il raggiungimento di una dignità sociale e morale per chi, come i ragazzi ciechi pluriminorati, spesso tale dignità deve conquistarla.
Si organizzeranno incontri con le famiglie dei ciechi pluriminorati per un confronto e scambio di esperienze;
si cercheranno contatti con istituzioni, associazioni, cooperative e più in generale con enti del terzo settore al fine di progettare interventi finalizzati all’assistenza e alla riabilitazione di non vedenti con minorazioni aggiuntive.
PREVENZIONE.
Si richiederanno ai diversi enti pubblici quali Città Metropolitana ed enti locali, nonché a fondazioni, istituti di credito ed organizzazioni varie, nonché ad oculisti e strutture ospedaliere il supporto logistico ed economico per organizzare campagne finalizzate a prevenire le patologie che nel tempo potrebbero causare danni alla vista. Particolare attenzione verrà data sia agli alunni, cercando di sensibilizzare le rispettive scuole, sia alle fasce meno abbienti della popolazione.
Al contempo, grazie all’ausilio dell’unità mobile oftalmica, si organizzeranno campagne di prevenzione a favore di persone adulte in età lavorativa nelle principali piazze , con visite oculistiche gratuite e distribuzione di materiale informativo.
Il Consiglio territoriale di Napoli si propone di organizzare anche per l’anno 2019, di concerto con la IAPB Italia ONLUS e con i reparti di oculistica delle principali strutture ospedaliere cittadine campagne di prevenzione delle patologie oculari così come è stato fatto negli anni decorsi; cercando di diffondere sempre, anche attraverso gli organi di comunicazione, di informazione, nonché attraverso l’organizzazione di seminari e convegni sulle cause delle principali malattie dell’organo visivo, la cultura della prevenzione della cecità.
Un’azione capillare sarà effettuata presso le autorità pubbliche, attraverso le consulte per disabili e presso i responsabili sanitari delle varie A.S.L. Allo stesso modo verranno coinvolti oculisti ed associazioni.
La sezione, porterà avanti il progetto per la realizzazione nei locali sezionali di un gabinetto oculistico al fine di dare un supporto medico ai non vedenti e agli ipovedenti, nonché ad organizzare campagne di prevenzione delle patologie oculari.
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE.
Per consentire una maggiore partecipazione dei non vedenti, degli ipovedenti e delle loro famiglie alla vita associativa, sarà intensificata l’attività di divulgazione delle notizie e delle iniziative associative locali e nazionali attraverso le pagine del sito www.uicinapoli.it, la pagina face book – Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Provincia di Napoli - , la newsletter sezionale e i nuovi sistemi di comunicazione.
A tal proposito verrà portato avanti il progetto per la creazione di una segreteria telefonica interattiva e maggiormente rispondente alle esigenze di informazione, di interazione e di socializzazione degli associati.
Il sito internet verrà aggiornato per far fronte alle molteplici esigenze informative dei soci, delle loro famiglie e più in generale di tutti coloro che si approcciano alla disabilità visiva.
ORGANIZZAZIONE.
Il Consiglio sezionale, al fine di fornire servizi sempre più efficienti e più rispondenti alle reali esigenze dei singoli soci, opererà in stretta collaborazione con gli uffici della Presidenza Nazionale cercando di utilizzare tutti gli strumenti formativi e operativi da questi messi a disposizione.
A tal proposito nell’anno 2019 verrà richiesto il ripristino del punto clienti dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale per il funzionamento di un punto cliente assistito presso la ns. sede per consentire una più facile ed efficace erogazione dei servizi previdenziali al maggior numero di utenti non vedenti. Così come sarà mantenuto il servizio di assistenza legale per consigli e consulenza ai soci da parte di legali di nostra fiducia.
Saranno mantenuti operativi il servizio di assistenza informatica e per gli ausili tifloinformatici, di assistenza Fiscale e di Patronato, nonché la convenzione con l’ACI per il disbrigo di pratiche relative all’esenzione della tassa di possesso per gli autoveicoli al servizio dei non vedenti.
Si cercheranno di stipulare convenzioni ritenute utili per i soci e per i loro familiari.
Verrà implementata la convenzione con l’azienda Energia Sociale S.P.A. per offrire, attraverso una operatrice ubicata direttamente nei locali sezionali, ai soci e alle loro famiglie la fornitura di energia elettrica a prezzi vantaggiosi.
Anche per il 2019, compatibilmente con le disponibilità di bilancio sezionale e la disponibilità delle amministrazioni locali, verranno mantenuti e rafforzati i presidi territoriali, principalmente per venire incontro alle esigenze dei non vedenti e degli ipovedenti che risiedono lontano dalla sede sezionale e conseguentemente per potenziare lo strumento associativo più che mai indispensabile in un momento in cui si assiste ad un totale disinteresse delle Istituzioni pubbliche.
Nell’ottica di tale potenziamento, nell’anno 2019 sarà attuato un nuovo progetto ordinario per destinare alla sede territoriale e alle sedi ubicate su tutta l’area metropolitana volontari del servizio civile ai sensi della legge 64 del 6/3/2001.
Al fine di favorire l’integrazione e la socializzazione dei soci e delle loro famiglie, la Sezione intende promuovere anche per l’anno 2019, come già sperimentato negli anni precedenti:
soggiorni, incontri e viaggi autofinanziati, stimolando la partecipazione alla vita associativa dei propri iscritti;
- momenti di incontro e seminari per le varie categorie di soci, giovani, donne, anziani e ipovedenti;
- incontri, dibattiti e gite con i soci di altre sezioni UICI, ovvero organizzando partnership con altre associazioni;
- incentivare l’attività motoria e sportiva, collaborando con le associazioni e i gruppi sportivi presenti sul territorio metropolitano.
Saranno organizzati spettacoli teatrali dalla ”Filodrammatica dell’UICI”, formata da soci non vedenti delle rappresentanze di Portici ed Ercolano, come saranno proposti eventi multisensoriali, cene al buio, seminari, convegni e momenti di riflessione e approfondimento soprattutto in occasione della Giornata del Cieco, della Giornata Internazionale delle persone con disabilità, della Giornata Nazionale del Braille, o in altre occasioni di promozione associativa e ciò per far conoscere le difficoltà, ma soprattutto le potenzialità dei disabili visivi. Verranno organizzate attività di autofinanziamento, finalizzate prevalentemente per l’organizzazione di iniziative e per fornire servizi utili ai non vedenti e agli ipovedenti.
Si chiede all’assemblea di approvare la presente relazione, dando fiducia all’intero consiglio sezionale che continuerà quotidianamente ad essere in prima linea e a cercare di soddisfare le esigenze dei soci di tutte le età residenti nell’area Metropolitana di Napoli, nella consapevolezza che dovrà essere svolto un grosso lavoro per sensibilizzare i rappresentanti della politica, delle istituzioni e più in generale dell’intera società affinchè, come disposto dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, dalla Costituzione Italiana e dalla legislazione vigente, vengano promosse politiche inclusive che non lascino indietro i non vedenti e gli ipovedenti, che devono essere considerate e trattate quali persone con diritti, doveri, limiti e potenzialità, quali persone alla pari di tutte quante le altre.

Il Presidente: Mario Mirabile



Pubblicazione del: 05-11-2018
nella Categoria generale


« Precedente   Elenco   Successiva »


Titolo Precedente: SECONDA ASSEMBLEA ORDINARIA ANNO 2018.

Titolo Successivo: Errata Corridge - Variazioni per il Presidio Territoriale UICI di Giugliano.

Elenco Generale RELAZIONE PROGRAMMATICA PER L’ANNO 2019.


LOGIN

  

Registrati

Recupera Password


Statistiche del sito

Accessi totali:35826

Pag. Visitate:78582

Accessi di Oggi 76

Pagine di Oggi 146


Utenti Registrati: 67

L'ultimo è stato: Fiore24
01-11-2018 [21:45]


Utenti Online:4
Anonimi: 4
Registrati: 0